Seleziona una pagina
federazione portada

Federazione Internazionale . Relais Enfants Parents

Sei sul sito web della Federazione e

suo Collegio di Esperti

“Uno spazio trasversale di studio e riflessione”.

Il collegio degli esperti: Sono medici, ricercatori, psichiatri e psicologi, avvocati, magistrati, agenti della tutela dei minori e delle amministrazioni penitenziarie, membri delle forze dell'ordine specializzate nella tutela delle donne e dei minori.

Accedi

con “Il gruppo di lavoro sul finanziamento

giovedi Febbraio 2

19:00-20:30

(attività riservata ai membri della rete)

 

"L'interesse speciale di un bambino"

Nel cuore la nostra riflessione e le nostre azioni con i nostri partner

 

 

 

Trova la nostra proposta formativa 1° semestre 2023

- Martedì 14 marzo "Gli impatti dell'incarcerazione" 13:00-16:00

– giovedì 20 aprile “L'incontro, le emozioni suscitate” 13.00-16.00

– Giovedì 25 maggio “Accompagnamento dei bambini”  13.00-16: 00

– giovedì 15 giugno “adolescenti” 13:30-16:30

Infanzia catalana

Relais Enfants Parents

Assemblea Generale 2022

Dicembre 10 2022

 

Trova il verbale della tua assemblea generale.

Etica
Funziona!!!

Consulto la mia carta etica e la convalido.

L'offerta autunnale sta per terminare!

Trova nuove proposte a gennaio

consultare

la nuova offerta formativa

autunno 2022

 

Sei un professionista dei Servizi penitenziari per l'integrazione e la libertà vigilata, un professionista della detenzione, della salute o della tutela dei minori, hai bisogno di fissare una visita in presenza di un terzo nell'ambiente carcerario per permettere a un minore di incontrare suo padre o sua madre.

Il nostro team è a tua disposizione per aiutarti a trovare soluzioni.

Contattateci!

 

Si prega di notare che questa formazione su

"l'animazione dei gruppi in detenzione e la formalizzazione di nuovi progetti"

rinviato al 17 giugno

Grazie per la vostra comprensione.

Giovedì 7 aprile dalle 9:30 alle 12:30 allenamento!

 

“L'adolescenza, un periodo di cambiamento. Come tenerne conto in un accompagnamento? »

Alle spese di Dott. Emmanuel Sautereau, Presidente REP Borgogna.

Unisciti a noi in uno dei 3 think tank!

Coordinazione,

il finanziamento,

Etica e pratiche.

______________________________________________

Riflessione e messa in comune per essere più efficaci, più coerenti in queste diverse aree.

Sei un volontario o un professionista di un'organizzazione membro FREPI e queste domande ti riguardano, ricevi un link per unirti a uno dei gruppi  

Partenariato delle federazioni FREPI e FFER*

federazione Relais Enfants Parents Federazione internazionale e francese degli spazi di incontro.

Un sodalizio costruito negli anni tra le due federazioni sin dalle giornate FREPI organizzate nel 2018 all'UNESCO.

Vicini all'etica del sostegno ai figli coinvolti in disgregazioni familiari e bisognosi di sostegno per mantenere il legame con il genitore non ospitante, sono stati istituiti gruppi di confronto tra le due federazioni. Anche se l'esercizio delle nostre attività si svolge in luoghi molto diversi, è sembrato necessario definire più precisamente il quadro della nostra attività incontrando il genitore bambino, ognuno preoccupato di mantenere la riflessione attorno all'interesse particolare di un bambino. .

Ciò ha portato alla stesura con i partner ei finanziatori di una guida di riferimento che sarà presto pubblicata. Questo lavoro è proseguito attorno alla stesura di un vademecum, sostenendo a livello teorico il significato della nostra pratica con riferimento agli autori. Questo testo resta da pubblicare secondo l'interesse di questi scambi teorici e clinici, il contributo reciproco di ciascuna federazione nella riflessione sulle pratiche e la condivisione di informazioni utili a ciascuna, si è deciso di rafforzare questa partnership, nel 2021 a il direttore del consiglio di amministrazione di ciascuna federazione siede nel consiglio di amministrazione dell'altra.

Per la FFER siedono Mesdames Blandine Barucq, Vice Presidente FFER ed Emmanuel Mörael Delegato Generale FFER, per la FREPI siede Ms Martine Noally, membro del Consiglio FREPI.

Un lavoro ricco, un partenariato utile e solido per portare avanti le questioni pratiche e finanziarie delle associazioni che operano nel settore.

 

  • la FFER lavora a livello europeo, in Spagna con i Meeting Point ecc…

Come arriva la coscienza morale ai bambini?

"L'uomo malvagio genera figli malvagi"

"Discussione:

I tratti asociali di un genitore determinano tratti analoghi nel figlio? relativi ai campi di competenza di Relais Enfants Parents, questa prima domanda ne supporta un'altra: un genitore detenuto compromette l'educazione civica e morale del figlio?

La domanda era così sfasata rispetto ai valori umanistici della nostra educazione che per molto tempo, senza essere veramente scomparsa, è circolata solo silenziosamente nell'inconscio collettivo. ne emerge oggi con la questione del mantenimento dei rapporti tra il genitore detenuto per terrorismo e il figlio anche tra gli autori di violenze sul coniuge e il figlio.

Dobbiamo avere il coraggio di affrontare questa questione e di opporci alle credenze su cui si basano le conoscenze.

Per questo desidero avviare una rigorosa riflessione sull'influenza dei genitori nell'educazione civica e morale del figlio, cercando di considerare i diversi fattori che intervengono nello sviluppo della sua coscienza morale.

Alain Bouregba, presidente della Federazione, dicembre 2021.

 

           Questa conferenza si svolgerà di nuovo "online" nell'autunno del 2023.

 

CONFERENZA WEB GIOVEDÌ 29 APRILE 2021

“CRESCIRE CON UN GENITORE IN DETENZIONE”

9:30 - 12:30 Accesso libero

Le Relais Enfants Parents Aquitania

Un'associazione all'interfaccia delle relazioni figlio

genitori detenuti.

NOTIZIE FLASH 

“CARCERI IN EUROPA« 

Ogni mese trovi novità!

 

5 aprile 2021 Europa

Coronavirus: salute e sicurezza nelle carceri europee 

Il professor Marcelo Aebi dell'Università di  Losanna in Svizzera, coautore delle ultime statistiche penali annuali del Consiglio d'Europa, descrive la situazione di 1,5 milioni di detenuti incarcerati in Europa

20 aprile 2021 Belgio

 

Inizio della campagna vaccinale per il personale.

Una campagna di vaccinazione in due fasi

Ciò riguarda inizialmente le guardie e una parte limitata dei detenuti, vale a dire gli over 65 o con comorbilità. Questo processo di vaccinazione è integrato nell'attuale fase 1b. Per gli altri detenuti bisognerà attendere la fase 2, quando la vaccinazione sarà estesa a tutta la popolazione.

“MIGLIOR INTERESSE DEL BAMBINO”

Il Consiglio d'Europa ha fatto appello agli ¨Stati membri” per costituirsi un Comitato di dieci esperti che dovrà considerare le questioni di "diritto, prassi e politica" in termini di tutela dell'interesse superiore del minore nell'ambito della separazione dei genitori e relative alle procedure legali attuate per limitare le responsabilità genitoriali o l'affidamento di un minore. Alle Organizzazioni sono stati inviati questionari informativi.

 

21 marzo 2021 Spagna

 

"Spagna vaccinazione di personale e detenuti"

Il ministro della Giustizia ha chiesto la priorità per le carceri

« Durante la prima e la seconda ondata, la situazione nelle carceri è rimasta relativamente sotto controllo. Con la terza ondata compaiono molti focolai. Ne va della salute del personale, è quindi ora che ci vacciniamo (Belga), ha spiegato la scorsa settimana il ministro della Giustizia Van Quickenborne (Open Vld). Fonti di contaminazione sono già esplose in diverse carceri, comprese quelle di Namur, Dendermonde e Hasselt. Questa situazione ha portato al confinamento di diverse ali di questi stabilimenti o addirittura al confinamento totale. Giovedì scorso è morto di covid-19 anche un portiere del Gand. Per il Ministro è quindi fondamentale la vaccinazione del personale il prima possibile.

"UN ADOLESCENTE UCCISO IN UN BRALL"

ESSONNE FRANCIA.

Beatrice Bruguere, Magistrato, segretario generale del Nucleo Sindacato Magistrati/FO. sulle onde radio spiega che il problema è complesso e che è necessario smettere di opporsi all'istruzione e alla repressione e piuttosto che fare il punto della situazione in termini di sicurezza, dovremmo dichiarare “la questione dell'infanzia come causa nazionale” e darci i mezzi per esaminare l'argomento nel suo insieme.

 

Spiega che gli adolescenti che agiscono in bande sono coinvolti in processi di costruzione della propria identità, costruzione psicologica, processi di appartenenza che richiedono risposte adeguate e senza opporre repressione ed educazione.

[ht-ctc-chat]